29 apr – 23 lug 2023

Love for Castelluccio

Lenticchia e nuovi orizzonti

22-23 Luglio 2023

Proprietà nutrizionali, organolettiche e usi in cucina della lenticchia, con la presentazione di nuovi prodotti a base di lenticchia.

LuogoPian Grande di Castelluccio di Norcia (incrocio che conduce ad Ascoli Piceno)
TematicaProprietà nutrizionali, organolettiche e usi in cucina della lenticchia, con la presentazione di nuovi prodotti a base di lenticchia.
OrarioDalle ore 10,30 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 17,00
Info utiliL’evento divulgativo avrà luogo in due momenti: il primo al mattino alle ore 10,30 e il secondo nel pomeriggio alle ore 15,30.
Gli interessati potranno scegliere l’orario più comodo per assistere e avranno la possibilità di ricevere dei prodotti in omaggio al termine dell’evento.

Considerata la varietà più pregiata, la Lenticchia di Castelluccio di Norcia vanta un importante riconoscimento europeo, quale Indicazione Geografica Protetta (IGP), che dal 1997 ha valorizzato l’importanza di un tale prodotto di nicchia.

È coltivata unicamente all’interno del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, in particolare nel territorio di Castelluccio di Norcia, ad un’altitudine di circa 1500 metri, elemento che la contraddistingue da tutte le altre lenticchie. Le condizioni climatiche presenti in questo ambiente sono infatti piuttosto rigide e impediscono lo sviluppo del tonchio, insetto le cui larve si nutrono di legumi, conferendo così alla lenticchia una straordinaria resistenza.

Il gusto unico di questa varietà, oltre all’ecosistema in cui nasce, dipende anche dai tradizionali metodi di coltivazione, gli stessi da secoli, che prevedono una concimazione del tutto naturale e una lenta essiccazione in campo. Un ulteriore elemento che la differenzia dalle altre lenticchie è la presenza di semi piccoli di forma tondeggiante ed appiattita, dall’aspetto tigrato ed il colore molto variegato che va dal verde screziato al marroncino chiaro. Grazie alla buccia fine, la lenticchia non necessita di ammollo e cuoce in soli 30 minuti, senza sfaldarsi durante la cottura.

Le lenticchie costituiscono un ottimo alimento per l’uomo e sono di solito facilmente digeribili. Grazie anche alla loro facile reperibilità, all’alta conservabilità ed all’altissimo contenuto di proteine e di sali minerali sono state definite la carne dei poveri. Dal punto di vista energetico, 100 grammi di lenticchie equivalgono a 215 grammi di carne e apportano 321 kcal, 43,7 g di carboidrati, 24,5 g di proteine, 16,9 g di fibre e 1,6 g di grassi.

Sono ricche di sali minerali quali ad esempio ferro, fosforo e vitamine del gruppo B.

In particolare in 100 g di prodotto sono contenuti 5,3 mg di ferro, 315 mg di fosforo e 0,27 mg di Vitamina B1. Contengono inoltre un ottimo quantitativo di magnesio (914 mg/kg).

Per via del loro contenuto di isoflavoni, alle lenticchie vengono attribuite proprietà antiossidanti. Mentre la Tiamina o Vitamina B1 favorisce la memoria e la concentrazione, la vitamina B3 aiuta a ridurre i trigliceridi nel sangue.

La ricchezza di fibre le rendono molto utili per regolare la funzionalità intestinale e la fibra solubile contribuisce a rallentare l’assorbimento degli zuccheri consentendo di tenere sotto controllo i livelli di zuccheri e di colesterolo nel sangue.

In cucina sono veloci da preparare poiché non è necessario metterle in ammollo prima della cottura di circa 25/30 minuti. Sono molto versatili, infatti possono essere aggiunte nella preparazione di zuppe, minestroni, vellutate e risotti. Sono ideali anche per sfiziose insalate fredde estive, da abbinare a verdure di stagione. Possono anche essere semplicemente cotte e frullate per la preparazione di crocchette o di burger vegetali. Ed è proprio grazie alla versatilità di questo prodotto in cucina che la nostra azienda ha voluto realizzare tre tipologie di prodotti impiegando le Lenticchie di Castelluccio: la birra, la mousse e la pasta artigianale alla lenticchia.

“Vettore” è la nostra birra chiara, fatta con la Lenticchia di Castelluccio di Norcia IGP.

Colpisce immediatamente per la sua delicatezza che lascia spazio ad un carattere più deciso con note moderatamente amare.

Per ottenere il colore della lenticchia abbiamo aggiunto, su una base di malto chiaro, una manciata di malto tostato sino a 120°C, visibile poi dalle sfumature nel colore e nei profumi.

Viene fermentata ad alte temperature in tini aperti. Questo le dona la corposità delle birre più alcoliche e al palato il carattere di birra complessa, ma di ottima bevibilità.

La mousse di lenticchie si caratterizza, invece, per la consistenza delicata e spumosa. È costituita dal 50% di lenticchie, mentre la restante parte è composta da acqua, olio e.v.o., sale e pepe, carota e cipolla, aglio, salvia e rosmarino.

Il suo impiego è ideale per la preparazione di sfiziosi antipasti ed aperitivi, ma anche per primi piatti come condimento per la pasta con la sola aggiunta di acqua, oppure per esaltare il sapore di secondi piatti a base di carne o pesce.

Infine gli strangozzi, ovvero una tipologia di pasta artigianale che abbiamo scelto per l’abbinamento con le Lenticchie di Castelluccio. Si tratta di una pasta lunga a sezione rettangolare, tipica della regione Umbria, con una trafilatura al bronzo che le dona un corpo ruvido e poroso, ideale per legarsi armoniosamente ad ogni condimento. La lunga essiccazione a basse temperature ne mantiene intatte le proprietà, dando origine a pregiate specialità dal sapore avvolgente e autentico per tradizione.

La Lenticchia di Castelluccio di Norcia IGP ne esalta il sapore intenso e penetrante.